Skip to main content

“SCUSATE… SE HO FATTO PRESTO”

unnamed

“SCUSATE… SE HO FATTO PRESTO”

di Giuseppe Marcucci

unnamed

L’opera narra la vicenda paradossale di un uomo che – nell’arco di tre giorni di un torrido agosto romano – per una (solo apparentemente banale) storia di un tradimento coniugale, rincorre la morte senza riuscire a incontrarla.

Vuole morire per sottrarsi al dolore e punire la falsità di una moglie fedifraga, ma la morte è come l’amore: spesso arriva all’improvviso, non sempre quando la cerchi o se l’aspetti.

E così Marco, il classico brav’uomo, tra un tentativo goffo di porre fine ai suoi giorni e uno talmente grottesco da risultare comico, torna ad apprezzare la vita in un casuale pomeriggio di amore inatteso.

Rinasce, scopre un’esistenza nuova al sole dei Caraibi e…

 

Adriana P. Manganelli