Skip to main content

“LA SIRENA DEL LAGO”

LA SIRENA DEL LAGO.indd

“LA SIRENA DEL LAGO”

di Eleonora Baldini

LA SIRENA DEL LAGO.indd

Per superare la fine del suo matrimonio, Carlo sceglie il lago di Piediluco per rigenerarsi, pensando di trovare la serenità nella pace di quella particolare località che si presenta come un grande specchio d’acqua attorniato dalle montagne.

Rimane incantato nel vedere Rachele, una ragazza del luogo che pratica surf e quando la conosce, resta ammaliato dal suo modo di unire fascino alla semplicità e al trasporto verso la vita.

La sintonia che si crea tra i due, viene stimolata dalla presenza di nonna Lucia, che trova l’occasione per cercare di svelare il mistero che lega l’intreccio tra la leggenda del lago e la sua scelta di tanti anni prima di unirsi al suo amore, accettando di non potersi sposare, impedendo così alle sorelle la possibilità d’indossare il prezioso “velo” da sposa del casato Arduini. Il misterioso “velo”, nascosto da Donna Aurora Arduini divenne oggetto di disposizioni testamentarie che avrebbero reso noto il nascondiglio solo dopo che fossero trascorsi cinque lustri dalla morte di Donna Aurora e solo in prossimità di nozze della discendenza. La complicità tra Nonna Lucia e Rachele, porta quest’ultima ad adoperarsi in mille maniere per svelare il segreto del “velo” da sposa.

 

La magia che interseca il reale con il sentimento, accompagna lo sviluppo della storia dando forza al tessuto positivo che muove le scelte della protagonista definita non a caso “la sirena del lago”, perché trae la sua forza vitale dall’elemento acqua, costituendo il mulinello capace di condurre ognuno verso il proprio profondo “io”.