Skip to main content

“L’ALBA DI UN GIORNO SCONOSCIUTO”

L'alba di un  200 pixel

“L’ALBA DI UN GIORNO SCONOSCIUTO”

di Simone Bocci

L'alba di un  200 pixel

Brays e Aron, due fratelli completamente diversi l’uno dall’altro, si ritroveranno ad affrontare le conseguenze poste dal “dono”, che priva l’intera umanità del dolore: nessuno può farsi del male, il dolore è scomparso dalla faccia della terra e nessuno può più morire.

L’essere umano si sente onnipotente e non riesce a beneficiare positivamente di questa singolare situazione, bensì la sfrutta nel peggiore dei modi, così da obbligare il declino mondiale.

Brays, scanzonato figlio della natura, adotterà un metodo più solitario, per fronteggiare la fine del mondo che è impellente, mentre Aron, da buon padre di famiglia, darà tutto se stesso per ritrovare i suoi cari, giacché l’apocalisse glieli ha portati via.

Due strade diverse, due comportamenti disuguali, due vite opposte, che, però, porteranno alla stessa, medesima, inaspettata meta…