Skip to main content

“REMO CORTEGGIANI – A Roma tra Surrealismo, Dadaismo e Nouveaux Réalistes

CARLO MARINO .indd

“REMO CORTEGGIANI – A Roma tra Surrealismo, Dadaismo e Nouveaux Réalistes

di Carlo Marino

 

CARLO MARINO .indd

Remo Corteggiani: artista libero vissuto fuori dai canoni accademici, attraverso la sua opera ha rispecchiato, in maniera soggettiva, gli influssi della pop art fino a giungere, attraverso diverse fasi, alle soglie di un Nouveau Réalisme autogestito. Il suo modo di creare rientrava, de facto, almeno per quanto riguarda i suoi inizi, in quella costellazione internazionale di eventi artistici toccati dalle ideologie del Sessantotto.
Fu quello un periodo che in Europa rivoluzionò numerosi canoni e di cui quest’anno ricorre il cinquantenario. Oggetti enigmatici fatti di ritagli, attraverso una destinazione sistematica, presero così forma plasmando un proprio carattere distintivo. Illusioni ottiche che andavano dal cibo all’erotismo, dalla politica alla cronaca, fecero di tale artista un assemblatore di materiali readymade che si proponeva come artefice di un’opera “anti-artistica”, reazione al passatismo dell’insegnamento accademico. Il volume si propone, quindi, come riscoperta e approfondimento dell’opera del Corteggiani, a qualche anno dalla sua scomparsa, anche attraverso l’accostamento con altre espressioni artistiche che, in Italia e all’estero, si sono ispirate alla protesta politica a partire dal 1965 analizzandone il tentativo di costruire un linguaggio artistico fuori dalle regole della società del consumo di massa.

 

Carlo Marino (1961), giornalista della stampa estera ed esperto di relazioni internazionali si è laureato in Scienze Politiche presso l’Università “Federico II” di Napoli e in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università “L’Orientale” di Napoli. È Master di Secondo Livello presso le Università LUISS “Guido Carli” di Roma e l’Università della Tuscia di Viterbo. Si è specializzato all’Université de Paris I (Panthéon-Sorbonne) con un DEA in Filosofia. Ha al suo attivo una ricca bibliografia e numerose esperienze in campo internazionale (ONU, Parlamento Europeo).