Skip to main content

Shop

“GRAZIE, STREGA”

 16.00

Descrizione prodotto

di  Mauro Resta

Grazie Strega

Una collana di perline metalliche le si spezza nel cervello, e le perline iniziano a rotolare, ghiacciate, in tutte le direzioni. Nella testa. Giù per la gola. In fondo alle dita delle mani. Fino ai piedi.

Laura si accascia a terra. È separata dal suo stesso corpo mentre alcune sfere grigie le esplodono davanti agli occhi, una dietro l’altra, e i suoni intorno le arrivano ovattati.

Poi, all’improvviso, è tutto nero.

È il 1991. In un agosto dal clima tropicale, con giornate torride e potenti acquazzoni notturni, si incrociano casualmente tre esistenze straziate.

Diego è un alcolista che cerca conforto nel fondo delle bottiglie dopo l’improvvisa disgregazione della sua vita ordinariamente felice, divisa tra la famiglia e la squadra amatoriale di rugby. Laura è una quindicenne di Castellamonte in fuga da un rapporto con i propri genitori divenuto insostenibile a seguito di un evento familiare traumatico e doloroso. Marco è un minuto ragazzino di undici anni. È cieco. La madre si sta riabilitando in un centro per tossicodipendenti a Narni, mentre lui trascorre le giornate chiuso in casa insieme a Nanna, la nonna acquisita ormai inferma, nascondendosi da una banda di giovani teppisti che hanno iniziato a perseguitarlo. Vive a Roccapiccola e proprio lì, i destini dei tre protagonisti si intrecciano con quello del boss di una piccola organizzazione criminale. Grazie, Strega, attraverso una struttura narrativa non-lineare nel tempo, tra il presente e il passato, e, nello spazio, attraverso i luoghi dei personaggi principali, racconta la nascita del profondo legame affettivo che cambierà definitivamente le vite dei tre protagonisti.

Mauro Resta è un ingegnere di Napoli di quarantaquattro anni, che ha ormai trascorso più di un terzo della sua vita lavorando indefessamente come consulente informatico presso una grossa multinazionale. Ha scritto tre racconti, con i quali gli è capitato di vincere altrettanti concorsi letterari. Ma questo avveniva circa dieci anni fa.

Nel 2020, per affrontare i propri demoni personali, decide di scrivere il suo primo romanzo.