Skip to main content

“OSTUNI. Un’insospettabile presenza – Delitti nella città bianca”

DELVECCHIO.indd

“OSTUNI. Un’insospettabile presenza – Delitti nella città bianca”

di Luigi Del Vecchio

DELVECCHIO.indd

 

Ostuni. 21 dicembre 2017. Il Natale è alle porte. I preparativi per i giorni di festa incombono, le strade sono un brulicare di negozi illuminati, di melodie della pizzica, di profumi di squisito piacere, di amori che si rincorrono. Il rinvenimento del corpo di un vecchio usuraio con un riccio di mare conficcato in gola, all’interno di una chiesa sconsacrata, scuote la città. Il caso è affidato al Commissario Vito Berlingieri. Le dinamiche attraverso le quali è maturato l’omicidio si presentano subito complesse; altri quattro crudeli omicidi si susseguiranno in un vortice rapido in cui Berlingieri sembra inizialmente annaspare, fino al giorno in cui i suoi occhi scoprono ciò che mai avrebbero immaginato di vedere…

Luigi Del Vecchio, nato a Napoli il 24 agosto 1962, è un Colonnello della Guardia di Finanza. Dopo aver frequentato l’Accademia del Corpo ha prestato servizio in Puglia, Calabria e Campania. È laureato in Giurisprudenza e Scienze della Sicurezza Economico Finanziaria.  Folgorato da Ostuni, sua prima sede di servizio e nella quale si rifugia ogni volta che può, ha voluto ambientarvi “Ostuni. Un’insospettabile presenza”, il suo romanzo di esordio.