Skip to main content

“RICETTA IN QUARANTENA”

Paciullo.indd

“RICETTA IN QUARANTENA”

di Paciullo

Paciullo.indd

 

Affrontare un momento storico difficilissimo, come quello legato alla pandemia da Coronavirus, con allegria e spensieratezza, non era facile, ma nel mio piccolo ci sono riuscito, divertendomi in cucina insieme agli “Amici della Notte” con delle esilaranti dirette su Facebook e Instagram. Ma “Ricetta in quarantena” non è solo questo: oltre al racconto della preparazione di numerosi piatti, tra un “Cuccurucù!”, un “TADADADAAAN!” e tante risate, in questo libro ho fatto trapelare, evidentemente, la mia personale visione esistenziale, che, a parere di alcuni, ha conferito un valore aggiunto al testo, comunque piacevole e ironico.

.

.

.

Patrizio Pucello, in arte Paciullo, nasce a Roma il 23 Dicembre del 1982. Bambino irrequieto, già dai 5 anni di età si esibisce per i suoi familiari e i vicini di casa: li raduna tutti intorno a sé improvvisando le scenografie e i costumi con tutto ciò che trova in casa e costringendo tutti ad assistere e ad applaudire le sue rappresentazioni. Si avvicina al teatro durante il periodo adolescenziale. Durante le scuole medie, ottiene la statuina di Mr. Sorriso come miglior monologhista. A 17 anni si diploma in recitazione all’Accademia d’Arte Clesis di Roma, guadagnandosi l’opportunità di lavorare con attori già affermati. Sportivo a livello agonistico in svariate discipline, oggi Paciullo è un attore, conduttore, speaker, autore e regista. Perché Paciullo? Molto semplicemente è il soprannome che gli diede, all’età di 16 anni, il suo amico Valerio, fondendo il nome con il cognome, ed è quello con cui è oggi conosciuto e amato da chi lo segue!