Skip to main content

“SOTTO ASSEDIO”

sotto assedio

“SOTTO ASSEDIO”

di Rachele Riccetto

sotto assedio

 

 

[…]Tilda allungò una mano e, senza esitazioni, la strinse intorno al cotone della maglietta di sua sorella, all’altezza del ventre, ripetendo, al contrario, un gesto che Alex faceva sempre da bambina, quando stava per addormentarsi.

Rimasero lì, immobili, con il peso di Lena disteso fra loro, e l’ombra del padre in un angolo, a fissarle.[…]

Tilda dopo un evento particolarmente traumatico del suo passato, vive da quasi vent’anni nascosta nella propria abitazione, isolata dal resto del mondo. Le uniche persone con cui parla regolarmente sono la domestica e sua sorella minore. Vive la sua vita secondo un ritmo sicuro e preciso, fatto di colori e silenzi, ma improvvisamente, la sua “normalità” viene sconvolta da una serie di avvenimenti… La donna riuscirà a liberarsi del peso opprimente che l’ha inseguita per tutta la vita?

Un’opera introspettiva che affronta un grande tema, quello dell’Afefobia.

 

Rachele Riccetto è nata nel 1992 nelle Marche. Dopo aver vissuto in Inghilterra e in Canada, è tornata nel suo paese natale dove vive e lavora.

“Sotto assedio” è la sua prima opera.